In primo piano

Come pulire il climatizzatore senza pagare un tecnico?

pulizia-climatizzatore

Come pulire il climatizzatore senza pagare un tecnico?

Il condizionatore per la casa è un apparecchio che produce una differenza di temperatura che viene consegnata ad un fluido. Questo viene messo in circolazione e cede questa differenza di temperatura ad un ambiente per condizionarne la temperatura.

La corsa ai condizionatori è datata 2003, quando il caldo record di quell’estate portò molte persone a installare nelle proprie abitazioni questi apparecchi per fronteggiare le temperature tropicane.

Controllate sempre lo stato del vostro climatizzatore prima di accenderlo? Per non avere brutte sorprese all’accensione, è consigliabile procedere con la pulizia della macchina ogni 3 / 6 mesi.

Serve un tecnico per la manutenzione?

Solo in alcune condizioni in presenza di impianti di condizionamento con canalizzazioni per la diffusione d’aria in tutte le stanze è necessario rivolgersi agli esperti. Per un semplice split con unità esterna la soluzione è molto semplice:

Kit per pulizia climatizzatori ventilconvettori recuperatori di calore

ZEPYNAMIC A EU
Battericida e deodorante per condizionatori
ZEP FOAMING COIL CLEANER
Aerosol specifico per la pulizia delle batterie dei condizionatori
Zep Split blister
specifico antibatterico in pastiglie che previene la proliferazione batterica

Per approfondire…

Prendersi cura della pulizia dei condizionatori d’aria non solo evita i problemi di salute, ma ha anche effetti positivi sul consumo del condizionatore d’aria.

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato | Lascia un commento

Maledetta muffa! Cause e soluzioni

maledetta muffa

Chi di voi, almeno una volta, non ha mia imprecato al grido di “maledetta muffa!”?

La muffa si diffonde attraverso la produzione di spore finissime, le quali vengono poi disperse nell’aria arrivando ad attaccarsi su diverse superfici. Il modo migliore per contrastarla è capire perché si presenta.

Quando in un’abitazione si verificano fenomeni interni superficiali di condensazione o formazione di muffa, i fattori che possono esserne alla base sono essenzialmente due:

  • inadeguato isolamento termico della struttura
  • elevata concentrazione di umidità

Quindi se l’involucro dell’edificio non è isolato in maniera sufficiente, si possono creare delle zone a temperatura bassa sulla superficie interna delle strutture. Lo stesso problema si può avere in caso di mancata o scarsa correzione dei ponti termici.

Elevate concentrazioni di umidità dovute ad esempio al brusco abbassamento della temperatura per lo spegnimento dell’impianto delle ore notturne, alla scarsa ventilazione o all’insufficiente ricambio d’aria, favoriscono la formazione di muffa e condensa.

Gli effetti sulla salute sono importanti:

  • riduzione delle difese immunitarie
  • malattie respiratorie
  • problemi agli occhi
  • allergie cutanee

 Cosa fare contro la maledetta muffa?

Continua a leggere

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Ecobonus: come incentivare le riqualificazioni profonde?

ecobonus riqualificazioni profonde

Riportiamo qui di seguito un estratto dell’articolo pubblicato su Renovate Italy con alcune osservazioni e relativi suggerimenti per la modifica dell’ecobonus, in modo che riesca a promuovere anche gli interventi più costosi ed incisivi.

I criteri che non dovrebbero essere trascurati

La UE (Direttiva 2010/31/UE) non chiede agli Stati Membri un generico miglioramento della prestazione energetica degli edifici, ma la trasformazione dello stock edilizio in edifici
a energia quasi zero (NZEB). Il concetto è stato recentemente ribadito da una Risoluzione
del Parlamento Europeo e da una Raccomandazione della Commissione Europea.
E’ necessario riqualificare l’intero stock immobiliare perché la riqualificazione di ogni edificio porta con sé molteplici benefici (economici, sociali, ambientali) che possono essere massimizzati solo intervenendo su un numero elevatissimo di edifici. […]

E’ noto che l’ecobonus non è in grado di stimolare le riqualificazioni profonde (Deep Renovations DR). […] Infatti è incapace di affrontare il problema dell’anticipazione dell’investimento necessario per realizzare gli interventi. Le detrazioni fiscali sono completamente inadatte allo scopo, anche a causa dell’eventuale incapienza fiscale dei beneficiari. […]

Incentivo universale (per ogni edificio e ogni richiedente)

Come premesso, le DR non sono attualmente stimolate da alcun incentivo. L’ecobonus non ha avuto successo per nessuna tipologia di edificio (unifamiliari, condominiali, residenziali o meno) né per alcun tipo di contribuente (persone fisiche, imprese, con ogni livello di capienza fiscale). Per stimolare la più vasta riqualificazione del patrimonio immobiliare nazionale, è necessario che il nuovo incentivo sia universale, ovvero interessi ogni edificio e ogni richiedente. Continua a leggere

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , | 2 commenti

Terremoto centro Italia

numeri utili terremoto 2016

La terra ha tremato ancora. Questa volta il 24 agosto 2016 un forte sisma di magnitudo 6,0 ha devastato l’area fra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, provocando morti e feriti. L’epicentro è nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, nel Lazio –  paese equidistante da Amatrice e Norcia – a soli 4 chilometri di profondità. 

Protezione civile, vigili del fuoco, Croce Rossa Italiana e tutte le istituzioni si sono attivate immediatamente.

Continua purtroppo lo sciame sismico. Il bilancio della Protezione civile è ancora provvisorio. Sarebbero circa 400 i feriti, 264 quelli ricoverati in ospedale. Moltissimi gli sfollati: circa 2.500, di cui 1.500 nelle Marche, tra Arquata e Pescara del Tronto.

Vi siamo vicini!!

Pubblicato in News | Contrassegnato | Lascia un commento

Ventilazione meccanica controllata su Medicina 33!

Una casa ben ventilata con un buon microclima può diventare un luogo di benessere!

Grazie ovviamente anche ai filtri che puliscono l’aria: parliamo di Ventilazione Meccanica Controllata. Crea un microclima che controlla la formazione dell’umidità.

Guardate questo breve ma interessante video della rubrica Medicina 33 di Rai 2.

Cosa ne pensate di quei filtri visibili al minuto 2:00?!

Contattaci per una consulenza senza impegno!

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , | 1 commento

Ricambiano l’aria recuperando il calore

recuperatore di calore ariegiare

I recuperatori di calore sono apparecchi di ultima generazione che trattano l’aria esterna, la immettono all’interno dell’ambiente, migliorandone la qualità, e recuperano calore. Adatti anche per le stagioni in cui il riscaldamento è spento, i recuperatori di calore ristabiliscono la giusta quantità di ossigeno controllando la temperatura e l’umidità.

L’aria inquinata non è soltanto quella dell’ambiente esterno: sostanze inquinanti dannose per la salute si concentrano anche all’interno degli edifici. Soprattutto nelle abitazioni più recenti l’elevato isolamento termico impedisce in alcuni casi la naturale ventilazione e il ricambio d’aria, favorendo così la proliferazione di muffe, batteri, pollini e acari.

Utilizziamo la tecnologia a nostro vantaggio!

Questi apparecchi sono pensati per singole stanze, ricambiano l’aria e la filtrano recuperando energia termica dal flusso d’aria in uscita. In questo modo rinnovando l’aria negli ambienti, ristabiliscono la giusta quantità di ossigeno e controllano la temperatura e l’umidità. Istallati a parete, grazie alle loro dimensioni compatte e a una piacevole estetica si integrano bene in qualsiasi ambiente della casa.

AQHR100 e AQHR150

AQQR_RECUPERATORE_CALORE

  • I consumi elettrici sono davvero molto bassi: da 1,2W a 3,8W (max).
  • Consentono il recupero di calore fino al 90%.
  • Filtro anti-polvere lavabile e facilmente removibile.
  • Dimensione stanza fino a 42 mq.
  • Sono adatti al montaggio su pareti perimetrali in quanto costituiti da un tubo telescopico adattabile allo spessore delle pareti.

Zero pensieri 100% salute!

Continua a leggere

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ricambio aria e luce naturale: come migliorare i risultati degli studenti

ricambio aria scuola

Una recente ricerca tedesca ha dimostrato come il giusto ricambio aria e la giusta luce a scuola migliorano i risultati degli studenti. Peccato però che moltissime scuole europee hanno aule con insufficiente luce naturale e scarso ricambio di aria fresca.

Nonostante i miglioramenti dell’edilizia scolastica in tutte Europa degli ultimi anni, una ricerca dell’Istituto Fraunhofer per l’Edilizia Fisica IBP ha rivelato che gli studenti frequentano spesso aule con livelli eccessivi di CO2, al di sopra del range raccomandato di 1.000 – 2.000 ppm.

I ricercatori hanno hanno scoperto che riducendo la concentrazione di anidride carbonica e aumentando la luce diurna nelle aule si migliorano le prestazioni degli alunni aumentando i livelli di attenzione, la concentrazione e ovviamente diminuendo l’assenteismo.

Alcuni numeri dello studio:

  • 95.000.000 alunni in Europa;
  • i livelli raccomandati di CO2 nelle aule sono tra 1.000 – 2.000 ppm;
  • in molte scuole hanno livelli di CO2 è superiore a 2000 ppm.

Migliorando l’ambiente interno, ecco cosa si può ottenere:

  • un aumento medio delle prestazioni del 15%
  • livelli più elevati di attenzione e concentrazione
  • diminuzione dell’assenteismo
  • un aumento di prestazioni scolastiche del porterebbe ad un aumento tra il 6,7% e il 9,5% nella crescita di un Paese (in base al prodotto interno lordo (PIL) pro capite).

Questi risultati dimostrano come un ambiente più sano nelle scuole può portare solo vantaggi, sia dal punto di vista della salute che delle performance scolastiche. Ulrich Bang, Global Public Affairs Director e Corporate Responsibility del Gruppo VELUX, sostiene di essere sicuro che questo studio sarà al centro di molti dibattiti e fungerà da catalizzatore del cambiamento in meglio nelle scuole europee.

Noi di Arieggiare di ricambio aria ce ne intendiamo! Da anni studiamo e utilizziamo tecnologie che ci permettono di vivere in un ambiente più sano integrando comfort e risparmio energetico.

Contattaci per maggiori informazioni!

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , | Lascia un commento

Passare troppo tempo al chiuso aumenta il rischio di asma

Asma, diffusione e fattori di rischio:

www.viviasma.it
Diffusione dell'Asma in Italia - viviasma.it

Questa infografica parla chiaro.

Secondo l’Oms, l’aumento dei casi di asma è del 50% ogni decennio, e sembra quasi sicuramente essere correlato ai fenomeni di urbanizzazione; c’è quindi una crescente tendenza a vivere gran parte del tempo in ambienti chiusi con poca circolazione di aria, più esposti alla polvere e agli acari e inseriti in situazioni urbane dall’elevato tasso di inquinamento.

La soluzione?

Uno dei sistemi più idonei per il controllo dell’inquinamento indoor è la ventilazione meccanica controllata ovvero l’introduzione di aria esterna, opportunamente filtrata e trattata termicamente al fine di diluire gli inquinanti presenti negli ambienti di lavoro e di vita.

VENTILAZIONE MECCANICA

Una corretta gestione della qualità dell’aria porta con se un miglioramento della qualità di vita dei lavoratori, con conseguente aumento della produttività: per questo è indispensabile avere un ricambio aria, una corretta gestione della temperatura, dell’umidità relativa e della salubrità degli impianti.

Contattaci per maggiori informazioni!

La salute non è un optional!

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Pulizia climatizzatore: quanti e quali prodotti utilizzare

Kit per pulizia climatizzatori ventilconvettori recuperatori di calore

Pulizia climatizzatore

Se durante il caldo torrido il vostro unico pensiero è il refrigerio del climatizzatore, controllate prima in che stato sono i suoi filtri e sicuramente avrete una spiacevole sorpresa: batteri di ogni genere avranno trovato un ottimo nido negli strati di polvere!
E purtroppo per voi, appena accenderete il vostro condizionatore, respirerete esattamente tutto quello che si trova al suo interno, compromettendo la vostra salute. A questo punto non avete alternativa, dovete procedere con la pulizia del climatizzatore, ma come?

Una volta staccata la presa della corrente e capito come aprire la macchina (munitevi di libretto di istruzioni) noi di Arieggiare vi consigliamo di procedere con l’utilizzo dei seguenti prodotti, la cui attività sanificante è stata testata secondo la norma di riferimento UNI EN 1040:2005:

  • Zepynamic A una miscela alcolica di agenti sanificanti che garantisce un’azione sanificante duratura e ad ampio spettro, abbinata ad un gradevole potere deodorante molto marcato;
  • Zep foamig coil cleaner l’aerosol specifico per la pulizia delle batterie dei condizionatori. Elimina la polvere, il grasso, lo sporco in genere, migliorando lo scambio termico delle batterie.
  • Zep Split blister 10 pastiglie antibatterico per la corretta gestione igienica di vaschette raccogli condensa di ventilconvettori, split, climatizzatori, deumidificatori, recuperatori di calore.

Volendo avere tutti i prodotti in casa, c’è la possibilità di acquistare il kit completo!

Zero pensieri, 100% benessere!

I prodotti sono in pronta consegna e pronti all’uso.

Contattaci subito!

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Iva ridotta e Agevolazioni fiscali

Iva ridotta e agevolazioni fiscali.

Riportiamo in sintesi le agevolazioni per Iva ridotta o bonus previsti dalla nostra normativa in seguito all’acquisto di un recuperatore di calore.

Iva ridotta

iva ridotta

Iva al 4%: nei casi previsti dalla normativa, l’acquisto di un recuperatore di calore per l’impiego in una nuova costruzione o in un ampliamento di edifici abitativi non di lusso, prevede l’applicazione dell’Iva ridotta al 4%
*per maggiori informazioni rivolgersi ad un tecnico e/o commercialista di fiducia.

Iva al 10%: nei casi previsti dalla normativa, l’acquisto di un recuperatore di calore per l’impiego negli interventi di ristrutturazione, restauro o risanamento di immobili, prevede l’applicazione dell’Iva ridotta al 10%.
*per maggiori informazioni rivolgersi ad un tecnico e/o commercialista di fiducia.

Nota: per richiedere l’Iva ridotta prima dell’acquisto è necessario inviare tramite mail  al nostro indirizzo info@arieggiare.it la seguente documentazione:
– copia documento di identità
– copia permesso a costruire ( DIA-SCIA)
– autodichiarazione di responsabilità ( modulo reperibile anche online)

Detrazione Fiscale

detrazioni fiscali

Bonus del 50%: il soggetto che sostiene spese per i lavori di ristrutturazione o manutenzione edilizia, può fruire della detrazione di imposta IRPEF pari al 36%. Fino al 31 dicembre 2016, il bonus permette di detrarre dall’IRPEF le spese sostenute per interventi in singole unità abitative e parti comuni di edifici residenziali nella misura del 50%.
* per maggiori informazioni compila il modulo sottostante e/ o rivolgiti ad un tecnico e/o commercialista di fiducia.

Bonus del 65%: il recuperatore di calore ACQHR100 è un prodotto certificato anche per il Risparmio Energetico. Sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2016, per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, spetta una detrazione del 65%.
* per maggiori informazioni compila il modulo sottostante e/ o rivolgiti ad un tecnico e/o commercialista di fiducia.

Nota: per usufruire di un Bonus Fiscale è necessario eseguire il pagamento tramite apposito Bonifico. Prima del pagamento bisogna richiedere il numero di fattura relativo all’ordine, in quanto in fase di disposizione di bonifico sarà necessario inserirlo nel campo specifico. Si dovrà inserire anche la nostra Partita Iva (01776950931) e riportare nella causale del versamento la seguente dicitura: normativa di riferimento “articolo 16-bis del Dpr 917/1986”

Per approfondire…. Continua a leggere

Pubblicato in arieggiare | Contrassegnato , | Lascia un commento