La muffa indebolische il sistema immunitario dei bambini

arieggiare-muffa-pareteL’univeristà di Cincinnati ha recentemente condotto uno studio epidemiologico su 176 bimbi. Questo strudio ha portato a ritenere con dati scientifici alla mano, che, nei bambini già predisposti ad asma bronchiale, l’incidenza dell’insorgere della malattia a 7 anni aumenta notevolmente se nei primi anni di vita il bambino viene esposto a muffe a casa.

Tosse secca, prurito, difficoltà respiratoria, irritazioni a naso, faringe, occhi, reazioni allergiche, fino ad arrivare all’asma sono tutti sintomi dell’esposizione prolungata a muffe e nei primi anni di vita il bambino trascorre la maggior parte del proprio tempo in casa.

L’ambiente ideale per la proliferazione delle muffe ha temperatura dai 18°C ai 32°C con arieggiare-condensa-finestreumidità relativa superiore al 60%. Umidità come ad esempio in cucina ed in bagno, cattivo stato delle murature a causa di infiltrazioni d’acqua, carete ricambio dell’aria della casa, carta da parati che impedisce la giusta traspirazione alle murature, rivestimenti in legno alle pareti di abienti umidi, …. sono tra le cause della proliferazione delle muffe.

Al fine di evitare il problema ci sono alcuni accorgimenti da seguire:

  • eliminare le macchie di muffa da pareti e arredi utilizzando candeggina o fungicidi
  • arieggiare costantemente gli ambienti della casa con un sistema di ricambio aria con recupero di calore (si abbassa l’umidità relativa senza buttare dalla finestra il calore degli ambienti)
  • se necessario, aprire le finestre per qualche minuto nelle zone più umide della casa (es. il bagno dopo una doccia)
  • utilizzare candeggina o fungicidi per lavare pareti ed arredi del bagno e della cucina (sanitari, lavandini, vasche, pareti, ….)
  • non accostare completamente i mobili e gli arredi ai muri (lasciare qualche centimetro al fine di far passare aria che asciuga la muratura evitando condense)
  • non stendere la biancheria lavata in casa in quanto favorisce l’aumento dell’umidità relativa
  • evitare rivestimenti delle pareti in legno o altri materiali per gli ambienti più umidi della casa
  • evitare la carta da parati in quanto non favorisce la traspirazione naturale dei muri favorendo condense e lo sviluppo di colonie di muffe.