Aria di cucina e aria di strada

I giornali ci hanno abituato a pensare sempre all’inquinamento outdoor, l’inquinamento delle strade più o meno trafficate e della ciminiera di questa o quella fabbrica. Ma siamo sicuri che nelle cucine delle nostre case si respiri aria migliore? A conti fatti, secondo uno studio portato avanti dai ricercatori  dell’università di Sheffieldin in varie abitazioni della Gran Bretagna, non è così! Gli scienziati hanno condotto una campagna di monitoraggio della qualità dell’aria interna alle cucine e della qualità dell’aria esterna. Risultato: i ricercatori hanno dimostrato che la qualità dell’aria nelle cucine di casa è spesso anche tre volte peggiore dei limiti stabiliti dal Governo britannico per l’aria esterna.

In ambienti indoor come cucine, camere da letto, uffici, palestre, …. gli esperti stimano che passiamo circa il 90% del ns. tempo ogni giorno e giustamente facciamo di tutto per rendere confortevoli questi ambienti ma raramente ci preoccupiamo della qualità dell’aria che respiriamo in questo tempo. Gas e pulviscoli di varia natura sono molto più presenti in casa di quanto possiamo pensare.

Per migliorare l’aria che respiriamo in casa è indispensabile il ricambio aria ma è altrettanto indispensabile non disperdere il calore aprendo le finestre! Se vuoi saperne di più, vai alla pagina