Muffa, asma e bambini

arieggiare-asma-bambiniL’esistenza di muffa all’interno di una stanza indica problemi di qualità dell’aria e di presenza dell’umidità superiore al 65%. Per capire meglio che cos’è, quali sono gli effetti indesiderati che provoca e qual’è il rimedio migliore per salvaguardare i nostri bambini ci poniamo le seguenti tre domande.

  • Che cos’è esattamente la muffa e quando si forma?

La muffa è una grande colonia di funghi, i quali durante la loro crescita (soprattutto estate e autunno) producono le spore che si disseminano nell’aria. Si può formare sia all’interno che all’esterno di un ambiente come su pareti, alimenti, tessuti, piante e molti altri materialiè, rischiando di rovinare in modo permanente oggetti e superfici nelle quali si manifesta.

  • Perchè è nemica dei bambini?

Diversi studi hanno rilevato che vivere in abitazioni umide con un ricco numero di muffe provoca lo sviluppo di sintomi dell’asma. Le spore vanno ad intaccare i soggetti più deboli e gli individui che hanno un sistema immunitario non del tutto formato come i bambini.     

  • Come possiamo proteggerli?

Si è scoperto che gli impianti di climatizzazione che riducono l’umidità e i sistemi di  ventilazione meccanica controllata (VMC) possono essere d’aiuto a questo problema. Il continuo rinnovo dell’aria con filtrazione e la possibilità di deumidificare l’ambiente con umidità relativa (U.R.) inferiore al 65% fa si che lo spazio in cui si vive possa essere più sano e riduce notevolmente il rischio della comparsa dell’asma.