L’ecobonus diventa legge

ecobonusNei primi giorni di agosto, il decreto sugli ecobonus, con gli aggiornamenti voluti dal governo, è diventato legge.

Qui di seguito ricordiamo brevemente i punti principali del decreto legge 63/13 approdato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale:

detrazioni 65% per la riqualificazione energetica degli edifici: per gli interventi sulle singole abitazioni private fino al 31 dicembre 2013 oppure fino al 30 giugno 2014 per gli interventi sulle parti comuni condominiali. I lavori che potranno beneficiare dell’ecobonus sono sostituzione dell’impianto di riscaldamento con pompe di calore, cambio caldaia a condensazione, coibentazioni e isolamento termico, installazione di pannelli solari e cambio infissi.

detrazioni 50% per spese di ristrutturazione edilizie: sempre fino al 31 dicembre 2013 si potrà godere del beneficio al 50% per un importo massimo di spesa di 96.000 euro per unità abitativa, per i lavori di ristrutturazione degli immobili. Inoltre, per un importo massimo di 10.000 euro rientrano nella misura fiscale anche le spese sostenute per l’acquisto di mobili destinati per l’abitazione oggetto della ristrutturazione.
Dal 1 gennaio 2014, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% con un limite massimo di 48.000 per unità abitativa.

Per saperne di più vai alla pagina DETRAZIONE DEL 65% oppure DETRAZIONI FISCALI: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE.