Ventilazione a casa: un lavoro a norma di legge

ventilazione

La ventilazione degli edifici si basa su specifiche normative tecniche (il riferimento europeo è la UNI EN 15251 del 2008.). I progettisti infatti si basano su queste indicazioni per dimensionare e tarare l’impianto di ventilazione.

Una domanda sorge spontanea: “non posso semplicemente aprire le finestre a mio piacimento per il ricambio dell’aria?” Purtroppo no.

Innanzitutto nella stagione fredda aprire le finestre significa sperperare calore verso l’esterno, senza gestire correttamente il grado di inquinamento dell’aria interna: sperperare calore equivale a sperperare denaro. Molte volte non abbiamo la percezione del grado di inquinamento indoor e non sentiamo l’esigenza di aprire le finestre. Oppure se venissero aperte troppo spesso ci sarebbe un eccessivo dispendio di energia.

Insomma è opportuno affidarsi a un impianto di ricambio aria con recupero di calore il quale permette di gestire un corretto ricambio aria senza dispersioni o sprechi tenendo sotto controllo gli inquinanti indoor, l’umidità relativa creando un ambiente più confortevole.

Contatta Arieggiare per maggiori informazioni.