La pulizia del climatizzatore di casa

pulizia climatizzatore

É importante La pulizia del climatizzatore di casa?

SÌ, É IMPORTANTISSIMA

La pulizia dei filtri e la pulizia di tutto climatizzatore. Eseguire le corrette pulizie e sanificazioni, infatti previene infezioni anche serie come la legionella: i filtri non puliti, infatti, possono trasformarsi in ricettacoli di batteri e muffe che vengono poi immessi nell’ambiente. La legionellosi si contrae attraverso aerosol, quando un individuo inala acqua in piccole goccioline contaminata da una sufficiente quantità di batteri di Legionella. Il Batterio venne isolato molti anni fa in un albergo di Philadelphia (Usa) dove causò 34 morti su 221 persone contagiate. Inizialmente sembrava un contagio da polmonite mentre in seguito venne isolato tale nuovo batterio nell’impianto di condizionamento dell’hotel dove le persone colpite avevano soggiornato. La pulizia e sanificazione del climatizzatore inoltre aiuta a consumare meno energia in quanto uno split sporco fa più fatica a raffreddare o riscaldare l’aria.

kit per manutenzione apparecchiature per la climatizzazioneARIEGGIARE ti può aiutare nella manutenzione igienica degli split e condizionatori con il kit di pulizia KMZEP1 composto da tre prodotti: 2 bombolette con prodotto pulente in schiuma (Zep Foaming Coil), 1 bomboletta di prodotto sanificante (Zepynamic-A) e 10 pastiglie battericide per la vasca di raccolta condensa (Zep split). Usando correttamente il kit è possibile mantenere in perfetta efficienza il climatizzatore a casa ed in ufficio senza esporre i propri cari a rischi inutili di contrarre malattie e malesseri di stagione.

Per l’acquisto del kit vai alla pagina 

Arieggiare consiglia di:

  1. non abbassare troppo la temperatura impostata per il climatizzatore in quanto è inutile e dannoso, oltre a farci spendere parecchio in termini di bolletta elettrica, ci espone ai  classici disturbi da freddo (raffreddore, bronchite, mal di gola, emicrania, dolori addominali ecc.). Il “troppo freddo” in casa, inoltre, crea un eccessivo divario tra temperatura esterna ed interna che potrebbe regalarci dei colpi di calore mentre usciamo di casa;
  2. non esporsi direttamente al getto d’aria fredda. Spesso, infatti, lombalgia, torcicollo o emicranie, sono la conseguenza di questo cattivo comportamento. Molto comune, poi, è l’incappare nei colpi di freddo alla pancia, con improvvisi attacchi di gastroenterite, diarrea e nausea e disturbi alla digestione;
  3. occhio al riposo notturno: impostate il condizionatore con la modalità notturna o un timer che accenda l’aria condizionata di tanto in tanto, giusto per mantenere una temperatura ideale, sul presupposto che l’impianto di condizionamento sia perfettamente pulito e sanificato.