Come fare per usufruire degli incentivi per la riqualificazione globale degli edifici

riqualificazione-energetica-edifici

Come fare per usufruire degli incentivi per la riqualificazione globale degli edifici?

Quali sono i requisiti che un edificio deve avere?

Quali sono le opere agevolabili?

Quando si tratta di usufruire di bonus fiscali, incentivi, detrazioni, ecc la strada da percorrere non è mai facile. Ma per ottenere il rimborso delle spese è fondamentale essere informati e preparati. Il sito dell’ENEA ci viene in contro e spiega come fare per usufruire degli incentivi per la riqualificazione globale degli edifici.

VADEMECUM PER L’USO:

classe energetica

L’edificio:

  • deve essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso;
  • deve essere dotato di impianto di riscaldamento.

L’intervento:

  • deve essere relativo all’intero edificio;
  • deve assicurare un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale.

Opere agevolabili:

interventi_finanziabili

QUALSIASI intervento o insieme di interventi che incida sulla prestazione energetica dell’edificio, realizzando la maggior efficienza energetica richiesta dalla norma.

  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale anche con generatori di calore non a condensazione;
  • impianti di cogenerazione, trigenerazione, ecc.
  • interventi di coibentazione o di sostituzione di finestre non aventi i requisiti tecnici prescritti dal comma 345 di riferimento.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

  • asseverazione redatta da un tecnico abilitato iscritto al proprio Albo professionale, nella quale si dichiara che l’intervento assicura un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale;
  • fatture relative alle spese sostenute;
  • ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata nel caso di richiedente persona fisica), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico;
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa. Nel caso di invio postale, ricevuta della raccomandata postale;
  • schede tecniche;
  • originali degli Allegati inviati all’ENEA firmati (dal tecnico e/o dal cliente);
  • l’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.).

Da trasmettere poi all’ENEA attraverso l’apposito sito web entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori:

soluzione arieggiare

  • Attestato di qualificazione energetica, redatto da un tecnico abilitato, con i dati di cui all’Allegato A al D.M. 19/2/07;
  • Scheda informativa dell’intervento (Allegato E al D.M. 19/2/07).

Documentazione da trasmettere all’Agenzia delle Entrate:

  • comunicazione per via telematica all’Agenzia delle Entrate, per i soli lavori che proseguono oltre il periodo di imposta.

 

Al prossimo “Come fare per…”!