Condominio: bonus 65% al via la cessione alle imprese

condominio bonus 65 al via la cessione

Avete la necessità di fare dei lavori di ristrutturazione nel vostro condominio ma alcuni condomini non hanno abbastanza irpef da detrarre e quindi votano contro?

Bene, grazie al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 23 marzo, arrivato con 23 giorni di ritardo, si supereranno le resistenze degli inquilini che, non avendo un reddito Irpef, non hanno neanche l’interesse ad approvare interventi condominiali di miglioramento del livello di efficienza energetica degli immobili.

Il documento che disciplina la cessione dello sgravio fiscale del 65% sugli interventi di efficientamento energetico, relativi alle parti comuni degli edifici, specifica che “il credito cedibile è pari al 65 per cento delle spese a carico del condòmino che si trova nelle condizioni di cui al punto 2.1 (cioè appartenente alla no tax area, ndr), in base alla tabella millesimale di ripartizione, sostenute – per la parte non ceduta sotto forma di credito – dal condomìnio nell’anno 2016 mediante il bonifico bancario o postale previsto dall’articolo 4 Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico 19 febbraio 2007 e successive integrazioni e modificazioni. La cessione del credito è consentita anche per le spese pagate nel 2016 riferite a interventi iniziati in anni precedenti“.

A fronte dell’offerta del credito, le imprese devono comunicare espressamente la scelta di accettare il credito.

Tra i fornitori che potranno beneficiare di questa cessione figureranno verosimilmente anche i professionisti tecnici che hanno seguito i lavori, poiché anche le spese per la consulenza e l’istituzione della pratica da parte di un ingegnere, di un architetto o di un geometra rientrano a pieno titolo tra le spese agevolabili.

Il credito ceduto, è fruibile dal fornitore in 10 quote annuali di pari importo, a partire dal 10 aprile 2017. La quota del credito che non è fruita nell’anno è utilizzabile negli anni successivi e non può essere chiesta a rimborso“.

Come comunicare il tutto all’Agenzia delle Entrate?

Chi comunicherà il tutto sarà il condomìnio che deve inviare entro il 31/03/2017 “il totale della spesa sostenuta nel 2016 per lavori di riqualificazione energetica su parti comuni, l’elenco dei bonifici effettuati per il pagamento di dette spese, il codice fiscale dei condòmini che hanno ceduto il credito e l’importo del credito ceduto da ciascuno, il codice fiscale dei fornitori cessionari del credito e l’importo totale del credito ceduto a ciascuno di essi“.

Fonte Il Sole 24 ORE.

1 commento su “Condominio: bonus 65% al via la cessione alle imprese”

  1. Pingback: Condominio: bonus 65% al via la cessione alle imprese | ArieggiareArieggiare | STEFANO BOREAN

I commenti sono chiusi.