Inquinamento indoor killer: 90mila morti all’anno in Europa

inquinamento indoor

Se a tutti è ormai noto l’effetto devastante che l’inquinamento atmosferico ha sulla salute, purtroppo non si può dire altrettanto di quello indoor. Almeno fino a pochi anni fa veniva data poca importanza all’insalubrità degli ambienti domestici. Una mancanza di attenzione che si sta tentando di recuperare con progetti di ricerca e statistiche incentrati sull’analisi di dati riferiti all’incidenza degli inquinati indoor. [fonte http://www.casaeclima.com/]

Solo nel 2012 in Europa si sono registrati più di 90mila decessi a causa di impianti di riscaldamento malfunzionanti e prodotti per la pulizia altamente tossici. Lo rivela uno studio pubblicato dal Royal College of Physicians in collaborazione con il Royal College of Paediatrics and Child Health.

“Ormai- scrivono gli studiosi- c’è un alto livello di conoscenza sui rischi legati agli impianti a gas vecchi o sui quali non viene effettuata una manutenzione adeguata. Ma in un qualsiasi ambiente interno possiamo essere esposti a particelle NO2 che provengono anche da alcuni solventi, vernici, da alcuni materiali plastici e dal mobilio stesso.”

Quindi apriamo le finestre per cambiare l’aria?

aprire le finestre

Quanto inquinamento entra dalle finestre?

meglio di no…

Qual’è la soluzione?

La responsabilità della nostra salute non è solo della politica, ma soprattutto di noi stessi. Tutti noi dovremmo prendere atto di alcuni pericoli che si nascondono tra le quattro mura domestiche e agire di conseguenza.

Noi di Arieggiare lo sappiamo bene: da anni il nostro sistema permette il rinnovo dell’aria per l’edilizia residenziale che consente di evitare la formazione di muffe, controllare l’umidità, filtrare l’aria proveniente dall’esterno migliorando il comfort abitativo e la salubrità dell’ambiente.

sistema arieggiare

Contattaci senza impegno!