Allergie primaverili in agguato! Cause, sintomi e prevenzione

allergie primaverili cause sintomi prevenzione

Respiriamo l’aria.. è la primavera!

Così cantava Marina Rei qualche anno fa! Purtroppo però per chi soffre di allergie primaverili, questa stagione è difficile da gestire. 

La causa principale è il polline che trasportato da vento, acqua o insetti, è in grado di percorrere molti chilometri e quando la sua concentrazione nell’atmosfera è elevata, i sintomi, nei soggetti allergici, tendono ad acutizzarsi.

Ma il polline non è l’unica causa diretta delle allergie primaverili. Tra le cause inaspettate:

  • gli alcolici (in quanto il consumo di alcool determina la dilatazione dei vasi sanguigni del naso, accentuando la risposta immunitaria del proprio organismo);
  • gli animali domestici, in quanto i nostri cani e gatti dopo essere stati fuori, possono portare in casa pollini e muffe che tendono a depositarsi sul loro pelo;
  • la frutta per chi è allergico alle Betullacee, tipiche di aprile e maggio, può andare incontro a sintomi allergici mangiando mele, pere o banane;
  • piante da appartamento, se innaffiate in maniera esagerata potrebbero sviluppare muffe e funghi che risvegliano le allergie.

Sintomi

Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • naso gocciolante
  • lacrimazione degli occhi
  • starnuti, tosse, prurito a occhi e naso
  • eventuale presenza di occhiaie marcate, arrossamento degli occhi
  • difficoltà respiratorie e attacchi d’asma

Prevenzione

Come prevenire dunque le allergie primaverili? Ci sono degli accorgimenti che, se diventassero delle abitudini, darebbero una grossa mano alle persone che soffrono di allergie.

Vediamole nel dettaglio:

  • evitare di uscire durante le giornate secche e ventose, quando è più alta la concentrazione di pollini
  • evitare l’areazione degli ambienti durante le ore più calde della giornata, usando, eventualmente, condizionatori d’aria con i filtri puliti oppure sistemi di ventilazione meccanica controllata;
  • fate la doccia ogni sera e lavate i capelli quotidianamente per evitare che i granuli pollinici restino intrappolati tra il cuoio capelluto, depositandosi sul cuscino per poi essere inalati;
  • se dovete effettuare lavori all’aperto, avvaletevi delle apposite mascherine;
  • evitare i viaggi in macchina o in treno con i finestrini aperti;
  • cambiare spesso le lenzuola e le coperte e indossate ogni giorno vestiti puliti;
  • non utilizzare in casa le scarpe con cui avete camminato fuori per evitare di trasportare particelle nell’ambiente domestico.

Noi di Arieggiare possiamo aiutarti nella gestione della qualità dell’aria in casa!

Contattaci per ulteriori informazioni, la salute non è un optional!