Inquinamento indoor, quanto è importante respirare aria pulita in casa e in ufficio?

  • di
inquinamento indoor, importante respirare aria pulita in casa e in ufficio

Mai come in questi ultimi due anni si è parlato di aria, aria cattiva, ricambio d’aria, di igienizzazione dell’aria, con l’aria condizionata e diffusione della pandemia.

Quanto abbiamo imparato alla fine?

Durante i primi mesi della pandemia se ne sono sentite di tutti i colori, in televisione ognuno diceva la sua e si è creata da subito una gran confusione. C’è stato addirittura un incremento di intossicazioni da prodotti chimici perché per sanificare si usavano in maniera smodata i disinfettanti e prodotti fai da te.

In realtà le normative sulla qualità dell’aria ci son sempre state: le modalità di sanificazione e della pulizia degli impianti aeraulici si possono leggere tranquillamente nel testo unico sicurezza (D.Lgs. 81 del 09/04/2008) e sulle varie norme tecniche di riferimento. Ci si poteva informare benissimo facendo una rapida ricerca su google, senza guardare tanti TV talk.

Ma partiamo dai dati.

L’inquinamento atmosferico è una delle maggiori criticità per la salute delle persone, l’OMS parla di otto milioni di decessi, tre milioni e ottocentomila sono dovuti all’inquinamento outdoor, mentre ben quattro milioni e 200 mila per gli ambienti chiusi (indoor). Quindi, al di là di ogni credenza, l’inquinamento più pericoloso non è quello esterno (sempre che non ci si viva al primo piano affacciato su una tangenziale) ma soprattutto quello interno, l’aria che respiriamo negli uffici, nelle scuole, nelle strutture sanitarie, dovuto principalmente a inquinanti chimici, fisici e biologici.

Nel 2000 la salubrità dell’aria indoor è stata riconosciuta dall’OMS quale diritto umano fondamentale

Quello che non si vede si respira.

La verità fa male, ma l’inquinamento di più.

Gli impianti di trattamento dell’aria sono uno dei principali fattori di inquinamento indoor per i fenomeni di contaminazione e dei possibili malfunzionamenti. Se non sono ben igienizzati, possono causare patologie di vario genere, da semplici cefalee alla tosse, fino a malattie infettive ben più gravi.

L’igiene aeraulica non va trascurata.

La Ventilazione Meccanica Controllata

vmc ventilazione meccanica controllata

Nel caso di impianti di ventilazione meccanica controllata, come quelli che si trovano in edifici ad alto risparmio energetico, le precauzioni sono diverse. Questo sistema garantisce un ricambio d’aria continuo, anche a finestre chiuse, con immissione di aria filtrata, purificata e priva di scorie.

Il funzionamento è semplice: estrae l’aria interna, ormai esausta, e immette quella esterna adeguatamente filtrata. Quest’aria che viene “pescata” dall’esterno viene condotta nelle canalizzazioni ed è lì che si possono formare colonizzazioni microbiologiche pericolose.

Anche qui le manutenzioni sono obbligatorie.

Arieggiare, esperti in qualità dell’aria

Il Sistema ARIEGGIARE consente di evitare la formazione di muffe, elimina l’odore di chiuso e la diffusione di odori sgradevoli in casa. Controlla l’umidità presente all’interno degli ambienti per migliorare il comfort abitativo mantenendo sempre in efficienza e salubre l’involucro edilizio.

Le casa moderne per poter risparmiare energia sono “sigillate” e senza una corretta gestione del ricambio dell’aria si crea mancanza di ossigeno, umidità in eccesso, condense, che provocano mal di testa, spossatezza fino ad arrivare a malesseri e malattie.

Esprimi il tuo commento, per noi è importante!!!