Esistono delle detrazioni fiscali per gli impianti VMC e le apparecchiature puntuali di VMC – ventilazione meccanica controllata?

La risposta è Si

1) SUPERBONUS 110%

E’ stata pubblicata sul sito dell’ENEA la nuova faq 16D dedicata alla Ventilazione Meccanica Controllata.

I sistemi di ventilazione meccanica possono ottenere il Superbonus se la loro installazione avviene congiuntamente ad un intervento di coibentazione dell’edificio o di sostituzione degli impianti. Per ottenere la detrazione è necessario il rispetto di una serie di condizioni.

L’Enea ritiene che, se considerando il numero di ricambi d’aria naturale previsto dalla norma UNI-TS 11300-1 e provvedendo per quanto possibile alla correzione dei ponti termici, possa permanere il pericolo di formazione di muffe o condense in corrispondenza di essi, i sistemi di VMC rappresentino una valida soluzione tecnica.

In questi casi, l’installazione dei sistemi di VMC è incentivata con il Superbonus se realizzata congiuntamente agli interventi di coibentazione delle superfici opache.

2)Detrazione del 65% per riqualificazione energetica
L’agevolazione fiscale è stata introdotta dalla Legge 296/2006 e consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires. Questa detrazione fiscale viene concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.
L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021. Per la maggior parte degli interventi la detrazione è pari al 65%, per altri spetta nella misura del 50%.
La ventilazione meccanica controllata con recupero di calore e le apparecchiature di VMC puntuali da singola stanza possono usufruire della detrazione del 65% qualora vengano inserite in un intervento di riqualificazione energetica globale dell’edificio, per il quale è previsto un valore massimo di detrazione di 100.000 euro ripartito in 10 rate annuali.
La riqualificazione può includere qualsiasi intervento che incida positivamente sulla prestazione energetica, tra cui pertanto rientrano anche gli impianti di ventilazione meccanica controllata e le apparecchiature puntuali da singola stanza di VMC con recupero di calore. L’incentivo è concesso qualora venga raggiunto un indice di fabbisogno annuo di energia per la climatizzazione invernale inferiore ai limiti prefissati dalla norma.
Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Agenzia Entrate

3) Detrazione del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia
Questa agevolazione riguarda interventi di ristrutturazione edilizia. La fonte legislativa è l’art. 16-bis del Dpr 917/86 e consiste in una detrazione dall’Irpef del 36% delle spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia fino ad un massimo di € 48.000 per singola unità immobiliare.
Attualmente la percentuale è stata inalzata al 50% per spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 con limite massimo di spesa di € 96.000,00.
Questa detrazione si applica sull’imposta che grava sul reddito di persone fisiche. Va ripartita in 10 quote annuali a condizione che il beneficiario sia proprietario o titolare di altro diritto reale sull’unità abitativa oggetto di intervento.
La VMC – ventilazione meccanica controllata con recupero di calore – viene incentivata nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie come intervento di manutenzione straordinaria finalizzato al risparmio energetico.
Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Agenzia Entrate